Il Perugino
Mostre
Luoghi
Itinerari
Perugino.edu
Biglietteria
InformazioniNewsStampaHomecontattaci




entra



Perugia
Cerqueto
Deruta
Corciano
Panicale
Città della Pieve
Assisi
Bettona
Spello
Foligno
Trevi
Montefalco
Fontignano
 
 
 Città della Pieve --> Oratorio di Santa Maria dei Bianchi

 Nel febbraio 1504 i disciplinati della Compagnia dei Bianchi di Castel della Pieve si rivolsero a Pietro Perugino per l’esecuzione di un affresco nella parete d’altare del loro oratorio. Il 20 febbraio seguente il maestro rispose da Perugia offrendosi “chome paisano” di eseguire l’opera per un compenso di 100 fiorini, mentre la giusta valutazione era di 200 fiorini. Poiché evidentemente i confratri non disponevano di tale somma, il 1° marzo Pietro inviò una seconda lettera da Perugia nella quale offriva una ulteriore riduzione sul prezzo di 25 fiorini e chiedeva che gli fosse inviata “la mula et col pedon che verrone a penctorà”. La trattativa giunse ad una rapida soluzione e l’affresco fu condotto a termine entro il corrente 1504, data leggibile sotto la figura della Vergine: “A.D.M.D.IIII”. Nonostante la rapidità esecutiva e l’ampio intervento di collaboratori, l’opera rivela la qualità altissima propria del miglior Perugino.