Il Perugino
Mostre
Luoghi
Itinerari
Perugino.edu
Biglietteria
InformazioniNewsStampaHomecontattaci




entra



Perugino sottosopra
Proposte di ricerca
Approfondimenti
Curiosità
 
 
 Proposte di ricerca --> Il Rinascimento: quadro generale --> Il Rinascimento a Perugia

Perugia si evidenzia, tra le città dell’Italia centrale, per le personalità di Pinturicchio e soprattutto, di Pietro Vannucci detto il Perugino, che per primo emerge da una tradizione ancora attardata di pittori come Caporali, l’Alunno e Fiorenzo di Lorenzo. Perugino fonde la grande lezione della pittura solare di Piero della Francesca con il nitore disegnativo del Verrocchio.
E’ proprio questa duplice matrice di luce e disegno dell’arte italiana del tardo Quattrocento a caratterizzare il clima di grande fermento culturale determinatosi a Roma intorno a Sisto IV. Il Perugino nell’affresco della Consegna delle chiavi dà un saggio straordinario di questa nuova concezione dello spazio e del racconto, che maturerà vent’anni più tardi nello Sposalizio della Vergine (Caen 1500-01), manifesto ultimo e perciò ancora più significativo della prima stagione rinascimentale. Sarà proprio da questa esperienza che Raffaello (alunno nella bottega del Perugino tra 1497 e il 1500) muoverà risolvendo in una superiore e critica unità intellettuale i vari elementi formali e culturali del Rinascimento precedente.